Pillole Ampezzane Parte II – Passo Dopo Passo: Baita Pié Tofana

Baita Pié Tofana Vino

Nell’articolo precedente abbiamo iniziato a raccontare la storia di Michel Oberhammer. Dove eravamo rimasti? Ah sì…ad un giovane determinato, con un forte spirito di intraprendenza e tanta voglia di imparare!

…Finita la stagione estiva è stato il momento di tornare a casa e questa volta non era come tutte le altre, perché alla domanda ‘adesso decidi cosa fare nella vita’ Michel ha detto addio per sempre al mondo della caffetteria ed è finito a lavorare a Cortina in una delle 5 enoteche più importanti d’Italia. Ci passa la bellezza di tre anni e in quel periodo, grazie al titolare di quegli anni, ha imparato il concetto del vino non solo come bottiglia, ma come territorio. 

Sei un'agenzia immobiliare?

Carica i tuoi immobili e gestisci le richieste degli utenti

Fino a quel momento aveva imparato a conoscere il prodotto, ad aprire una bottiglia, quei tre anni gli hanno fatto conoscere la parte romantica del vino, quella che va oltre ogni moda e tendenza, ogni etichetta. “Se vuoi capire il vino e il concetto di viverlo appieno, devi partire dal territorio, da dove viene prodotto, da chi si prende cura delle vigne. Devi appassionarti della storia che c’è dietro una semplice bottiglia, devi conoscere, provare e vivere.” 

In quel locale Michel aveva una bella posizione, però dentro sé, sentiva di volere qualcosa di più.

Poi un giorno, sono andato in un negozietto lì a Cortina per comprare un paio di guanti per quella che oggi è la mia ex moglie. Avevo 27 anni e mi stavo per sposare. In quel negozio ci lavoravano alcune amiche di mia madre e di punto in bianco mi chiesero se tra le mie conoscenze ci fosse qualcuno interessato a comprare il negozio. Così ho comprato il paio di guanti e quando sono uscito ho iniziato a pensare seriamente se potesse essere una bella idea comprare quel posto.” 

Inutile dirvi che, arrivato a casa, disse alla sua compagna che avrebbero comprato quel negozietto e avrebbero aperto un locale, lei avrebbe solo dovuto fidarsi. E così è stato! Tornati dal viaggio di nozze, il giorno dopo hanno aperto il cantiere

Baita Pié Tofana Vino
ph. Sabrina Razza

E così è nata La Suite, all’epoca un Wine Bar che faceva scintille. Tra feste a tema, in maschera, aperitivi, musica, vino e amici, quel posto è diventato piano piano una culla di migliaia di momenti meravigliosi.

Nell’anno in cui il locale era all’apice, Michel decise di venderlo e nello stesso periodo suo padre venne a mancare. Bisognava fare qualcosa con il locale di mamma e papà, così decise di prenderlo in gestione a patto che potesse ristrutturarlo e rivoluzionarlo. E per ben sette anni fu così e, ancora una volta, il locale andava alla grande!

Nel frattempo, nel 2009, Michel aveva aperto la sua distribuzione di vini. Prima di casa in casa, da amici e conoscenze, portava i cartoni di vino a mano alle due di notte quando chiudeva il locale, per poi creare oggi una grande rete di clienti e La Cave Cortina.

A questo punto, sembrava essere fatta. Aveva in gestione un locale che andava bene e distribuiva il vino che personalmente selezionava di cantina in cantina in giro per il mondo.

Tuttavia, ancora una volta, per caso, che sia fortuna, destino o qualsiasi cosa vogliate pensare, è arrivata un’opportunità incredibile: Baita Pié Tofana.Andavo sempre con mia moglie a mangiare in quel posto, ho dei ricordi meravigliosi.” Un giorno doveva consegnare del vino ai proprietari e, dopo una bella chiacchierata davanti a un calice, i proprietari gli dissero che erano stanchi e che avrebbero voluto vendere il locale a fine stagione. “Ci ho pensato davvero tanto, ma ho anche pensato che se me lo fossi perso me ne sarei pentito per sempre.” 

Sei un privato?

Pubblica gratuitamente il tuo annuncio

Così, per l’ultima volta (forse), nel 2019 Michel compra Baita Pié Tofana, la ristruttura da cima a fondo e le dà una nuova vita. 

Baita Pié Tofana non esisterebbe senza chi l’ha costruita, i gestori, i clienti e le persone che vengono ogni giorno. Prima di rappresentare il mio ristorante, rappresento il mio territorio e i magnifici luoghi che lo contraddistinguono. Sono Cortina d’Ampezzo prima di essere Baita Pié Tofana.” 

Michel ci ha sottolineato più volte quanto per lui sia essenziale dare importanza al territorio, al custodirlo e preservarlo. Quando le persone vengono a mangiare in Baita si aspettano sicuramente di mangiare bene, ma quello che più conta è che stiano bene. Far vivere un’esperienza ad ogni cliente, dal momento in cui entra a quando esce, questo è quello che più conta al di là di molte altre cose. “Voglio che chiunque si senta libero di venire a Baita Pié Tofana e che si senta quasi come a casa sua, che si rilassi, che stia bene e soprattutto che si diverta.

Baita Pié Tofana Vino
Baita Pié Tofana Vino

 Effettivamente ciò che Michel ha voluto condividere con noi, come si suol dire, ‘non fa una piega’. Quante volte vi è capitato di andare a mangiare da qualche parte e di dire ‘tutto molto buono ma niente di che’. Ebbene la differenza sta proprio in quel ‘niente di che’, accogliere i clienti, farli sentire totalmente a loro agio nel posto dove sono e lasciare che si creino quelle situazioni piacevoli, che gli avvenimenti facciano il loro corso. Ecco come Michel vede il mondo della ristorazione e del vino: convivialità, divertimento e condivisione.  

Ad oggi il locale ha due anni e purtroppo a causa del Coronavirus ha bloccato i progetti di Michel, che naturalmente non si è fatto scoraggiare e ha sfruttato l’occasione per conoscere e approfondire nuove strategie comunicative per condividere con tutti fotografie, video, commenti: i Social

In un momento come questo, diventa importante mostrare ciò che non si può vedere e sfruttare il potere della condivisione per raggiungere il maggior numero di persone possibile. Dietro le bellissime pagine social di Baita Pié Tofana, c’è l’ex moglie, la quale dopo aver conseguito dei corsi di specializzazione, collabora con Michel occupandosi di questa parte comunicativa e del sito web.  

Insomma, non capita tutti i giorni di fare una chiacchierata con persone che hanno vissuto così tante esperienze e hanno realizzato i loro sogni, però, se capita, vi possiamo garantire che ascoltarli può essere di grande ispirazione, perché infondo, come abbiamo detto poco fa, ‘volere è potere’ e tutto è possibile

Vuoi acquistare all’asta?

Il nostro consulente legale è a tua disposizione per seguirti in tutto il percorso di compravendita

Confronta gli annunci

Confrontare