Pianificare un’escursione dalla A alla Z: tutti i consigli da Lowa!

Casamontagna - pianificare un escursioni dalla a alla z

Fare un’escursione su sentieri in montagna a contatto con la natura può essere davvero molto piacevole ma dobbiamo tenere presente che ci sono percorsi escursionistici di diverse difficoltà e gradi di allenamento. Quindi prima di partire Lowa ci consiglia di porci due domande fondamentali?

Quale meta si vuole raggiungere?

Quanto lontano si vuole andare?

Siate coscienti dei vostri limiti!
Scegliete l’itinerario adatto in base alle vostre capacità e non sopravvalutate voi stessi.

TROVA LA TUA CASA IN MONTAGNA

Guarda le nostre proposte immobiliari

La raccomandazione che ci giunge dal nostro Partner è di essere ragionevolmente consapevoli di quanto riusciamo a percorrere senza strafare. Molto saggiamente poi ci esorta a consultare bene mappe ed altre risorse utili.

Una volta definiti il punto di partenza e il punto di arrivo, familiarizzatevi con le caratteristiche geografiche del percorso con l’ausilio di mappe, consulenti di viaggio e altre informazioni – più cose sapete, meglio saprete cavarvela in seguito se si presenta qualche problema.

Consiglio in pillole: Stefanie Schindler la blogger che collabora con Lowa

« La preparazione è tutto! Portate sempre un telefonino con voi e lasciate detto a un amico dove andate! »

Il camminare fra boschi e vallate può voler dire imbattersi in qualche ostacolo. Come possiamo proteggerci dai possibili pericoli?

L’esperienza del nostro Brand Partner ci viene in aiuto con questa risposta.

Un’escursione nella natura nasconde sempre anche piccoli o grandi pericoli, non importa se siete da soli, in due o in comitiva. Questi pericoli si possono ridurre al minimo con un’accurata preparazione.

Casamontagna - pianificare un escursioni dalla a alla z

Ecco quattro semplici accorgimenti che possono veramente fare una grossa differenza quando si è in giro in alta quota.

Primo: Essere sempre raggiungibili!

Portatevi dietro un cellulare o uno smartphone e una powerbank e lasciate detto almeno ad un amico, che si rende disponibile come contatto d’emergenza, oppure a un rifugio lungo l’itinerario, in quale zona siete diretti e quale meta volete raggiungere.

Secondo: Mantenere sempre compatto il gruppo!

Chi si muove in comitiva, dovrebbe sfruttare il vantaggio e restare sempre a portata di vista degli altri. Così ognuno può badare all’altro.

Terzo: Tenere acqua a portata di… sorso!

Soprattutto nelle giornate molto calde il rischio di disidratarsi è in agguato. Partite dunque con una riserva d’acqua sufficiente e dissetatevi frequentemente.

Quarto: Fare soste regolari!

Come è importante bere regolarmente, altrettanto lo è fermarsi di tanto in tanto a mangiare qualcosa.

Consiglio in pillole: Arthur Kudelka, Responsabile del Servizio Assistenza LOWA

«Non uscire mai dal sentiero! Se si rimane sul sentiero non c’è possibilità di perdersi»

Partire per un’escursione da soli per un’esperienza adrenalinica.!

Intraprendere una camminata in solitaria è davvero molto eccitante, scatena un innato senso di avventura da veri pionieri. È sempre meglio però non imbattersi in spiacevoli ostacoli quindi, ancora una volta, ascoltiamo i suggerimenti di Lowa.

Se è la prima volta che pianifichi un’escursione in solitaria abbiamo un paio di consigli per te. Se vuoi evitare brutte sorprese, informati in anticipo sull’itinerario che intendi percorrere e in caso di dubbio scegli un percorso più facile; non dimenticare di portare con te l’attrezzatura giusta.

Sei un privato?

Pubblica gratuitamente il tuo annuncio

E qui di seguito qualche dritta importante dai nostri esperti!

Resta raggiungibile!

Portare con te un telefono/smartphone (con power bank) e dire a un amico dove vai e contattarlo con quando sei arrivato a destinazione

Preparati!

Portare con te un kit di emergenza e una mappa.

Non andare da parte!

Rimanere sui sentieri tracciati e seguire sentieri escur­sionistici premium.

Ascoltarti!

Ascoltare il tuo corpo, trovare il tuo ritmo e fare delle pause. Fidarti del tuo istinto e chiedere aiuto se ne hai bisogno.

Controlla il tempo!

Controllare le previsioni meteo prima di partire.

Casamontagna - pianificare un escursioni dalla a alla z

Consiglio in pillole: Alix von Melle, LOWA PRO Team

« In generale potete evitare pericoli inutili, tenendovi sul sentiero. Giova scegliere itinerari escursionistici certificati e come già accennato, consultare le previsioni meteo prima del tour. »

Un occhio attento al meteo

Per far sì che la nostra escursione sia veramente indimenticabile non dobbiamo mai sottovalutare le condizioni meteo.

Soprattutto in montagna le condizioni atmosferiche possono cambiare molto rapidamente. Pioggia, temporali, vento, nebbia e freddo: con il mutare del tempo i sentieri possono trasformarsi in una trappola.

In caso di brutto tempo devi agire con la massima cautela, cercando riparo in un rifugio o in un bivacco. Osservando la fauna e la natura stessa puoi capire se è in arrivo un temporale. Prima di partire informati sui diversi tipi di nuvole. Se il cielo si riempie di cumuli e la nebbia si infittisce, è in arrivo il brutto tempo; lo stesso vale per i cirri e gli strati.

Impariamo a leggere i segnali dell’arrivo del brutto tempo.
Lowa ci dà queste preziose indicazioni da osservare attentamente:

Vento

Il vento cambia direzione e aumenta di intensità

Nebbia

La nebbia sale sempre di più verso l’alto e non si dissolve

Nuvole

Determinate formazioni di nuvole, come i cumuli

Sottobosco

Tantissimi lombrichi nel sottobosco

Ulteriori segni

Pressione dell’aria in discesa, le rondini volano più in basso e la visibilità è molto buona

Ringraziamo ancora una volta il nostro Brand Partner Lowa.

Faremo tesoro di tutti i consigli!

© LOWA SPORTSCHUHE GMBH da www.lowa.it

Qui l’articolo originale dove potete trovare anche tutte le informazioni per scegliere le calzature studiate appositamente per godersi appieno ogni escursione

Sei un'agenzia immobiliare?

Carica i tuoi immobili e gestisci le richieste degli utenti

Confronta gli annunci

Confrontare