Escursione sostenibile? Rispettiamo l’ambiente con i suggerimenti di Lowa!

Casamontagna - escursione sostenibile

Già prima della partenza per la nostra escursione in montagna possiamo cominciare a rispettare la natura? Come?

Decidiamo di raggiungere la località di destinazione in modo sostenibile, per es. con il car sharing oppure…

Spesso usiamo l’auto, ma anche in questo caso ci sono modi più ecologici di viaggiare. Forse la prossima volta potrai organizzare un carpooling con gli amici, in modo tale da non partire per il vostro tour con tre macchine.

Un’altra possibilità è utilizzare il trasporto pubblico. Perché non provi a prendere il treno quando parti per la tua prossima escursione? Il grande vantaggio sta nel fatto di poter scegliere il percorso dell’escursione con maggiore flessibilità, perché non dovrai tornare a tutti i costi al parcheggio, ma potrai semplicemente ripartire da un altro punto del percorso.

E in realtà si possono scoprire tantissimi nuovi itinerari partendo semplicemente da dove siamo…

Organizza escursioni nelle vicinanze e scopri nuovi percorsi che partono direttamente dalla porta di casa tua. Ogni regione offre tour meravigliosi di cui molto spesso non siamo a conoscenza.

TROVA LA TUA CASA IN MONTAGNA

Guarda le nostre proposte immobiliari

Un’attrezzatura “ecologica”

Oltre alla scelta del mezzo di trasporto, anche le decisioni sull’attrezzatura possono fare la differenza in termini di salvaguardia dell’ambiente.

Leggete qua.

Naturalmente anche l’attrezzatura da escursionismo è un aspetto importante se vuoi viaggiare in maniera sostenibile. Per evitare lo spreco di risorse, scegli un’attrezzatura robusta e di alta qualità che potrai usare per diversi anni.

Inoltre ci sono molti fornitori di attrezzature outdoor che offrono capi di abbigliamento prodotti nel rispetto della natura.

Primi fra tutti il nostro Partner Tecnica Group con il brand Lowa ci fornisce un valido esempio di come essere sostenibile.

LOWA punta sul “Made in Europe” per la produzione delle sue scarpe e impiega solamente materiali pregiati conformemente ai più alti standard di qualità. Le scarpe LOWA possono essere utilizzate per molti anni.

Usiamo plastica riciclata e sfruttiamo il KM 0!

Vediamo ora altre azioni che possiamo mettere durante la nostra escursione nel rispetto dell’ambiente. Per esempio quando ci portiamo da mangiare e da bere durante la camminata in montagna.

Per evitare di produrre rifiuti di plastica puoi trasportare i tuoi pasti in contenitori e bottiglie riutilizzabili.

Oltre a ridurre i rifiuti hanno anche dei vantaggi pratici: ad esempio, puoi usare un thermos per mantenere le tue bevande alla temperatura che preferisci.

Casamontagna - escursione sostenibile

I nostri amici Lowa poi ci ricordano che esistono delle bottiglie speciali con filtro

…che puoi utilizzare per filtrare eventuali impurità se prendi dell’acqua da un ruscello. Berla direttamente non è molto prudente dal momento che potrebbe essere contaminata.

Per andare sul sicuro, ti conviene riempire la tua bottiglia d’acqua presso delle fontanelle di acqua potabile.

Anche i portapranzo hanno un valore aggiunto: proteggono il cibo dalle ammaccature dentro lo zaino e il loro coperchio può essere usato semplicemente come sostituto per un tagliere.

E invece di portarci cibo che ha viaggiato tanto, perché non sfruttare al meglio il km 0?

Il negozio di prodotti tipici giù a valle ha sicuramente qualche leccornia che si adatta bene per un tour in montagna. Il grande vantaggio è che nei negozi e mercati locali si possono acquistare i prodotti senza incarti in plastica. Metti tutto direttamente nel portapranzo e parti all’avventura! In questo modo puoi anche sostenere gli agricoltori e le piccole aziende della regione.

Le 5 regole di… buona condotta

Gli esperti Lowa hanno stilato 5 regole di buon comportamento quando siamo tra le meraviglie della natura. È davvero importante capire che ci dobbiamo comportare da “ospiti” rispettosi.

La natura è una vera esperienza per tutti i sensi. Durante un’escursione possiamo assistere a fenomeni naturali di ogni portata. Che tu ti imbatta in una cascata gorgogliante o in un cervo che pascola in una radura, ricorda sempre che in quanto escursionisti siamo semplici ospiti della natura. Per questo è importante lasciarle il suo spazio.

Sei un privato?

Pubblica gratuitamente il tuo annuncio

Ecco le regole:

1 Rimani sempre sui sentieri contrassegnati.

Lascia la natura a sé stessa e segui i sentieri. In questo modo non proteggerai solo gli animali e le piante, ma anche te stesso. Evita le scorciatoie e se ti accorgi di esserti allontanato troppo dal tracciato, torna all’ultimo punto conosciuto del percorso. Così non perderai l’orientamento e potrai muoverti nella natura senza danneggiarla.

2 Piante e animali: guardare ma non toccare!

Lungo i percorsi e i sentieri si trovano molte piante rare e si possono vedere alcuni animali selvatici. Ma anche in questo caso vale la regola: guardare ma non toccare!

Anche se gli animali si incuriosiscono e ti si avvicinano, mantieni le distanze e goditi il momento. In ogni caso evita di accarezzarli e di dargli da mangiare. Per quanto riguarda le piante: osservare e fotografare va sempre bene. Strapparle e portarle via assolutamente no!

I fiori di montagna appartengono spesso a specie protette e quindi si vedono molto di rado.

3 Tieni il cane al guinzaglio

Anche i nostri amici a quattro zampe si divertono quando ci accompagnano in montagna. Tuttavia è importante non perderli mai di vista. La soluzione migliore è tenere il tuo cane al guinzaglio.

4 Rispetta i periodi di riproduzione degli uccelli quando vai ad arrampicare

Anche se durante un’arrampicata non vedi molte piante sulla parete rocciosa, è possibile che qualche uccello ci abbia fatto il nido. Informati in anticipo sui periodi di riproduzione in modo da non disturbare gli uccelli. Se dovessi trovare un nido, lascialo assolutamente dov’è.

5 Evita di fare rumore nel bosco

Per molte persone il bosco è sinonimo di tranquillità – ed è proprio così che dovrebbe rimanere.

Il bosco, infatti, è l’habitat naturale di molti animali. Anche se non si fanno vedere molto spesso, dovresti comunque avere rispetto per loro. Quindi comportati nel modo più tranquillo possibile, non ascoltare la musica a tutto volume e non gridare per il bosco. Così eviti di disturbare animali e persone e puoi goderti meglio l’esperienza nella natura.

Ascoltiamo il “concerto” naturale che abbiamo intorno!

E quando restiamo per la notte in montagna?

Quando decidiamo di goderci un tour di alcuni giorni in montagna, possiamo trascorrere le notti in rifugio o direttamente all’aperto.

Anche in questo caso ci vengono dati dei consigli preziosi da Lowa:

Casamontagna - escursione sostenibile

Accendi il fuoco solo nelle aree designate

Una volta preparato il bivacco, non vediamo l’ora di accendere un bel fuoco, specialmente in estate. Ma attenzione: nel bosco il rischio d’incendio è elevato.

Evita le fiamme libere sui prati secchi e nei pressi del bosco, e accendi un fuoco da campo solo se è espressamente autorizzato. È consigliabile accendere il fuoco solo su focolari già esistenti.

Nota bene: assicurati di contenere il fuoco e distribuisci le ceneri completamente raffreddate su un’area ampia la mattina dopo.

Piccole regole per andare in bagno all’aperto

Se viaggiamo a piedi per diversi giorni prima o poi ci capiterà di dover andare in bagno. Generalmente la soluzione migliore è fermarsi in un rifugio.

Ma se la natura chiama mentre sei in una zona più isolata, assicurati semplicemente di essere ad almeno 60 metri di distanza dalle distese d’acqua, di usare carta igienica compos­tabile al 100% e di scavare una buca di almeno 15 cm di profondità.

Appendi l’amaca correttamente

Chi non vuole accamparsi per terra può riposare anche su un’amaca. Se non ce l’hai puoi semplicemente costruirtene una con della stoffa e una corda. Ti servono una stoffa robusta (dimensioni ca. 300 cm x 140 cm) e una corda lunga e flessibile (lunghezza ca. 25 m).

Afferra e piega i lati corti della stoffa in modo tale da potervi legare una corda senza che scivoli via. Usando anche una pietra o un pezzo di legno è più facile impedire che la corda scivoli fuori. Ora lega le corde a due alberi…

E la tua amaca fai-da-te è pronta!

Quando leghi le corde agli alberi, assicurati di non danneggiarli. Inserendo una protezione sotto la corda potrai distribuire il peso in maniera più uniforme ed evitare di creare abrasioni sulla corteccia.

Last but not least

Raccogliere sempre i rifiuti

Lowa ci esorta ad amare davvero la natura e questo lo possiamo fare lasciandola incontaminata.

“Tutto ciò che porti con te lo riporti anche a casa”.

Questo vale soprattutto per i rifiuti, sia dopo una sosta in un rifugio sia durante un tour. Una buona idea è portare un apposito sacchetto nello zaino, in modo da poter smaltire adeguatamente i rifiuti una volta a valle.

La regola non vale solo per gli incarti in plastica, ma anche per i fazzoletti di carta e i resti di cibo. Infatti, mentre un torsolo di mela si decompone in pochissimo tempo, una buccia di banana ci mette da uno a tre anni.

Spesso non ci rendiamo conto dei tempi di decomposizione di quello che mangiamo e produciamo, leggete qui!

Gomma da masticare: 5 anni

Mozzicone di sigaretta: da 2 a 7 anni

Fazzoletto di carta: da 1 a 5 anni

Buccia di banana: da 1 a 3 anni

Fibre di nylon: 60 anni

Sacchetto di plastica: 120 anni

Barattolo di latta: 500 anni

Bottiglia di plastica: da 500 a 1.000 anni

Infine, quando vediamo dei rifiuti abbandonati, prendiamoci cura di raccoglierli per destinarli ad una raccolta differenziata seria.

La natura ci sarà molto grata!

Ringraziamo ancora una volta il nostro Brand Partner Lowa!

Alla prossima!

© LOWA SPORTSCHUHE GMBH da www.lowa.it

Qui l’articolo originale dove potete trovare anche tutte le informazioni per scegliere le calzature studiate appositamente per godersi appieno ogni escursione

Sei un'agenzia immobiliare?

Carica i tuoi immobili e gestisci le richieste degli utenti

Confronta gli annunci

Confrontare